国立情報学研究所 - ディジタル・シルクロード・プロジェクト
『東洋文庫所蔵』貴重書デジタルアーカイブ

> > > >
カラー New!IIIFカラー高解像度 白黒高解像度 PDF   日本語 English
0532 Storia della Spedizione Scientifica Italiana nel Himàlaia, Caracorùm e Turchestàn Cinese(1913-1914) : vol.1
ヒマラヤ、カラコルム、中国領トルキスタンへのイタリア科学派遣団の歴史(1913-1914) : vol.1
Storia della Spedizione Scientifica Italiana nel Himàlaia, Caracorùm e Turchestàn Cinese(1913-1914) : vol.1 / 532 ページ(カラー画像)

New!引用情報

doi: 10.20676/00000174
引用形式選択: Chicago | APA | Harvard | IEEE

OCR読み取り結果

 

452   CAPITOLO SEDICESIMO

diritte, è circoscritto uno spazio dove tengono le stoviglie e grossi catini di rame e di legno per il latte, la quagliata, il burro. Lungo la parete sono disposte le casse per le masserizie, e le selle, e sono appese tasche di cuoio ricamato per minuti oggetti, e il fucile a miccia. Tutto lo spazio rimasto libero attorno al focolare centrale è coperto da spessi namdah, o feltri a colori. Una delle donne si lava con gran cura le mani, risciacqua quattro tazze di porcellana cinese, poi estrae dalla dispensa un largo e profondo catino pieno di ottimo latte di jak, e ne scodella una tazza per ciascuno di noi. Poi torna ad adagiarsi vicino ai suoi, alla moda turche-stana, che non è la solita posizione seduta degli orientali colle gambe incrociate, ma coccoloni sulle ginocchia, col corpo reclinante sulle calcagna.

I Chirghisi sono un popolo mòngolo-tartaro, una delle ultime genti nomadi che rimangano sulla terra. Sono dispersi su di una enorme estensione, dagli Urali e dalle foci del Volga a Occidente, fino ai confini fra Turchestàn Orientale e Cina propria ad Oriente ; e fra le fonti dell' Obi a Nord e il paese turcomanno e i confini dell' India e del Tibet a Sud ('). Sono maomettani sunniti, ma ignoranti della dottrina e poco osservanti, cosi come altri nomadi, Arabi e Beduini (2), e conservano credenze pagane e animistiche. Le donne non portano il velo, e non ne vidi mai alcuna fare neppure la preghiera di rito al sorgere e al calar del sole.

I Chirghisi sono organizzati in gruppi di famiglie detti cosh , che riconoscono l' autorità di un principe o beg. La dignità è ereditaria, ma vi sono beg nominati dal governatore cinese, i quali non sembra che trasmettano il titolo e la carica al figlio ; o per lo meno deve esservi una sanzione ufficiale. Il beg che accompagna la nostra carovana è di questi ultimi ed ha giurisdizione su quarantacinque famiglie. Nell' estate la necessità dei pascoli disperde le famiglie ed il beg coi suoi congiunti segue la sorte comune ; ma nell' inverno la gente chirghisa si raccoglie tutta in pochi luoghi al piano coi suoi armenti e coi greggi ; e allora vengono sistemate tutte le questioni private e di interesse collettivo, e si fanno gli accordi per la distribuzione dei pascoli nella ventura stagione (3).

Durante la buona stagione seminano un po' di grano, d' orzo e di granturco ; ma la loro ricchezza è principalmente fatta dalle mandre di cavalli, di asini, gli armenti di cammelli e di jak, i greggi di pecore e di capre. Le pecore sono della fina razza comune in entrambi i Turchestàn colle protuberanze di grasso sopra la coda, di carni tenere e squisite ; anche le capre sono di buona razza, alte, ricche di

  1. II GODWIN AUSTEN nel 1863 trovò Chirghisi fin nel Rudok, distretto tibetano a Sud del Ciàng-Cemmo, andati così lontano alla ricerca di pascoli. (Vedi l'articolo Notes on the Pangong Lake District of Ladakh ecc. nel Jour. Roy. Geog. Soc., Vol. XXXVII, 1867, a pag. 360).

  2. Vedi L. CAETANI, Studi di Storia Orientale, Milano 1914, Vol. III, pag. 150.

  3. Il FORSYTH (in Autobiography ecc., pag. 190) dice che ai piedi della catena Aksai, a Nord di Càshgar, è un grande altipiano, chiamato Atbashi, dove ogni primavera si raccolgono i capi delle tribù

chirghise per il Kurultai, o parlamento all'aria aperta, in cui sistemano i loro affari e prendono le decisioni per la campagna estiva.